Intolleranza al glutine – Tutto quello che devi sapere

Glutine – Allergia al Glutine – Celiachia

Glutine (allergia al glutine – celiachia): Come Trattare l’ intolleranza alimentare al glutine? Quali alimenti contengono glutine evanno scartati e quali sono gli effetti collaterali del glutine sull’organismo? In questo articolo tratteremo ogni dettaglio sul glutine e la celiachia e capiremo come curare le intolleranze alimentari con i giusti integratori.

Il “glutine” è una colla (dal latino “Glu”), creata da proteine ​​che si trovano nei cereali come il grano, orzo, segale. Il glutine è alla base di molte malattie croniche: oltre il 10% della popolazione mondiale è allergico o intollerante al glutine senza nemmeno saperlo! Il consumo di grano e di conseguenza di glutine (soprattutto nei paesi occidentali), ha portato alla nascita della “celiachia” (intolleranza al glutine) che causa molti problemi e i cui sintomi sono di solito diarrea e/o costipazione, dolore alle articolazioni, ossa indebolite, ma anche di tumori a lungo termine! Molti medici confondono “intolleranza al glutine” e “la sindrome del colon irritabile” Questo può avere conseguenze molto gravi sull’organismo nel lungo periodo! Ma come in realtà guarire dall’intolleranza al glutine? Cambiare la dieta?

Intolleranza al glutine sintomi

Glutine problemi intestinali

  • Diarrea con conseguente perdita di nutrienti, vitamine e minerali.
  • Dolore addominale
  • gas, gonfiore
  • costipazione
  • intestino irritabile (glutine crea infiammazione e indebolisce la parete intestinale => cattiva sintesi di cibo)
  • vomito, nausea
  • malattie croniche dell’apparato digerente (stomaco, intestino)
  • Morbo di Crohn, colite ulcerosa e altre malattie infiammatorie (molto comuni con allergia al glutine)
  • intolleranza al lattosio (molto comune con intolleranza al glutine)

Il Glutine e i disturbi respiratori cronici

  • disturbi e croniche allergie respiratorie
  • rinite, sinusite, asma, infezioni dell’orecchio
  • mal di gola, tonsillite, influenza
  • tosse, raucedine, catarro

Glutine e la Stanchezza cronica

  • debolezza immunitaria (in particolare a causa del fatto che il glutine indebolisce l’intestino)
  • Disturbi del sonno
  • stanchezza inspiegabile, specialmente durante la digestione (ma anche nel corso della giornata)
  • bolle simili ad acne (il fegato non è in grado di gestire tutte le tossine generate dagli alimenti con glutine)
  • indebolisce il fegato
  • porta problemi neurologici, depressione (il glutine è anche nel rivestimento del cervello)

Glutine e Tumori – indebolimento del sistema immunitario

  • Aumenta il rischio di cancro allo stomaco e all’intestino
  • aumenta significativamente il rischio di linfoma, tumori del sangue
  • aumenta il rischio di sviluppare tumori
  • aumenta il rischio di infertilità del 15%
  • Aumenta il rischio di calcoli renali
  • aiuta lo sviluppo di malattie autoimmuni (molto comune con intolleranza al glutine)

Intolleranza al glutine sintomi sulla pelle

  • orticaria, prurito (può aumentare con altre allergie alimentari)
  • Pelle secca (molto comune con intolleranza al glutine)
  • comparsa di macchie rosse, eczema (molto comune con l’intolleranza glutine)
  • dermatite atopica
  • Acne
  • Psoriasi

Glutine e ossa

  • artrosi, artrite, dolori articolari (molto comune con intolleranza al glutine)
  • dolore muscolare (molto comune con intolleranza al glutine)
  • osteoporosi, ossa indebolite
  • mal di schiena, debolezza,
  • Fibromialgia (glutine e altre intolleranze alimentari causano la fibromialgia)
  • crampi muscolari

Glutine sistema nervoso

  • Può causare mal di testa, difficoltà di concentrazione (molto comune con intolleranza al glutine)
  • Emicrania, mal di testa, vertigini
  • Alterata concentrazione
  • Sonnolenza
  • Depressione
  • Iperattività

Glutine e occhi – Capelli

  • congiuntiviti frequente, secchezza degli occhi, palpebre gonfie (relativamente comuni con intolleranza al glutine)
  • la perdita dei capelli, calvizie a lungo termine

Il glutine fa male al cuore?

  • aumenta la pressione arteriosa nel medio termine
  • aterosclerosi, deposizione di lipidi nelle pareti delle arterie

Glutine e sistema endocrino

  • Il diabete di tipo I
  • L’obesità e il diabete di tipo II
  • tiroidite (relativamente frequente nel medio termine)

Dieta senza glutine

Come è la dieta senza glutine? Ecco cosa mangiare:

  1. Frutta e verdura senza moderazione (+ succhi): banane, avocado, carote, date, pomodori, cetrioli, le pesche, le pere, le clementine, arance, kiwi, pompelmo, limoni, bacche di olivello spinoso). I succhi vegetali sono estremamente efficaci nel rafforzare un intestino indebolito da intolleranze alimentari come nel caso du intolleranza al glutine.
  2. La patata: patate in tutte le sue forme (lesse, al forno…) dovrebbero essere una parte del cibo quotidiano nella vostra dieta senza glutine.
  3. quinoa, amaranto, miglio, grano saraceno: sono cereali senza glutine. Anche la farina di soia e quella di cocco sono senza glutine.
  4. Riso: oltre a integratori alimentari e rimedi erboristici elencati di seguito, è meglio mangiare il riso al posto del pane e della pasta (anche se la frutta, verdura e patate sono più adatti).
  5. Mais: anche se molto meno, rimane adatto a una dieta priva di glutine.
  6. Carne e pesce (con moderazione): attenzione, però con i prodotti modificati che possono contenere glutine, in particolare nei piatti pronti! Controllare la confezione.
  7. alimenti di base, non modificati: provare a mangiare il cibo più semplice, non modificato, è la base per una dieta sana ed equilibrata, e riduce al minimo le possibilità di intolleranze alimentari come il glutine.

Altri alimenti da evitare: uova e latticini sono fonti di molti intolleranze alimentari, ma anche prodotti modificati chimicamente, cibi preparati, conservanti.

Glutine quali piante medicinali possono aiutare la guarigione?

Curcuma e Zenzero (combattere l’infiammazione, prevenire il cancro, purificare il sangue): Molti studi dimostrano l’efficacia di queste due spezie per riparare le pareti dell’intestino e combattere in modo molto efficace tutte le infiammazioni. Inoltre queste spezie contribuiscono in modo efficace alla prevenzione del cancro, servono a ridare tono agli organi digestivi come il fegato, stomaco, intestino e il pancreas … ma soprattutto purificano il sangue (in particolare la curcuma). Purificare il sangue è essenziale in caso di intolleranza al glutine perché stazionato in molte parti del corpo, può causare linfomi e altri tumori del sangue.

Inoltre Ginger soprattutto la curcuma, sono state oggetto di numerosi studi nella lotta contro l’intolleranza alimentare, la malattia di Crohn, il linfoma, la prevenzione del cancro del colon, polmoni, stomaco e la sindrome del colon irritabile. Vale a dire che curcuma e zenzero sono molto più efficaci insieme, i loro poteri anti-infiammatorie e di protezione sono ingigantiti quando combinati con altre spezie (pepe, chiodi di garofano, origano…). Hanno anche un’azione antinfiammatoria molto interessante, soprattutto nell’intestino; oro glutine provoca numerosi infiammazione nell’intestino ed il resto del corpo. (Vedi ulteriori informazioni su queste piante medicinali con gli articoli: curcuma e zenzero).

Argilla Bianca e carbone vegetale (combattimento diarrea, pulire il sangue): uso interno, che parteciperà per combattere efficacemente la diarrea, ma anche purificare il sangue. Argilla schiererà l’intestino (si tratta di una medicazione gastrica), mentre lascerà inalterati i minerali buoni, le sostanze nutritive e vitamine (l’argilla è anche una buona fonte naturale). Il carbone imprigiona tutte le tossine, tra cui il glutine. Tuttavia dobbiamo prendere regolarmente in caso di diarrea associata a intolleranze alimentari come l’intolleranza al glutine o al lattosio. Attenzione però la gente è spesso stitica a causa di argilla e carbone vegetale possono causare stitichezza in dosi elevate. Anche argilla bianca e verde, e il carbone vegetale puliscono efficacemente il sangue e la pelle. È anche possibile utilizzare l’argilla per uso esterno per combattere la pelle secca e disidratata a causa di glutine, ma anche per rimuovere le bolle: l’argilla è infatti molto efficace per purificare la pelle di tutte queste tossine.

Spirulina (incredibile fonte di minerali, oligoelementi e vitamine) contiene tutti i minerali e i nutrienti essenziali. Si tratta di un alimento ricchissimo: ferro, calcio, fosforo, magnesio, beta-carotene (provitamina A), molte vitamine Gruppo B,  che aiuta a riempire tutti gli eventuali carenze causano da intolleranza alimentare. In effetti, la Spirulina può svolgere un ruolo molto importante nel intolleranza al glutine, perché il malassorbimento del cibo provoca molte carenze di minerali, vitamine e oligoelementi. Spirulina protegge anche in modo molto efficace il sistema immunitario e il funzionamento degli organi legati alla digestione. Attenzione però, perché Spirulina può avere un effetto lassativo in alte dosi (vedi articolo a Spirulina per maggiori informazioni).

Maca (ripristinare il sistema ormonale, energia, osteoporosi) per combattere l’osteoporosi e dare un sacco di energia. Maca non è solo un fornitore di energia e afrodisiaco riconosciuto, ma aiuta anche a combattere efficacemente l’osteoporosi e la debolezza muscolare, grazie alla sua composizione ricca di minerali come calcio. Inoltre, il glutine può alterare il sistema ormonale, nel medio termine, l’oro Maca è una pianta medicinale particolarmente potente per ripristinare il funzionamento del sistema ormonale (vedi articolo su Maca).

Ginseng e Rhodiola (energia, equilibrio nervoso, sonno) per dare un buon equilibrio nervoso, rafforzare la vitalità e combattere la depressione. Queste due piante sono considerate piante adattogene, cioè piante che aiutano il corpo ad adattarsi alle diverse forme di stress, come la fatica associata al glutine. Il Ginseng è una pianta conosciuta da secoli, mentre Rhodiola è una pianta medicinale scoperta più recentemente dai russi (durante la guerra fredda). Entrambi sono molto efficaci in sinergia per ripristinare il sonno, combattere lo stress e la depressione. Il ginseng è anche efficace per combattere il diabete e il colesterolo che possono essere causati da intolleranze alimentari o dal consumo eccessivo di grassi.

Ashwagandha (sonno, stress, problemi neurologici) per le persone che hanno difficoltà a dormire, in relazione al loro potere come intolleranza al glutine, ma anche per stressati, tesi e nervosi. Si deve sapere che la dieta influenza lo stress e che Ashwagandha è una pianta ayurvedica (indiana) molto famosa per rivitalizzare i convalescenti. Anche questa pianta è conosciuta per combattere il morbo di Alzheimer e tutte le malattie neurologiche. L’Ashwaghandha in realtà come effetti di ginseng è anche conosciuta come il ginseng indiano. (Vedi l’articolo su Ashwagandha).

Pappa Reale (vitamine, minerali, energia potente) in aggiunta alla Spirulina, porta molte vitamine, minerali, proteine, è il primo rimedio (con ginseng), in caso di indebolimento del corpo senza causa specifica. Vedi l’articolo sulla pappa reale per maggiori informazioni) ed è consigliato in sinergia con Ginseng e Spirulina per ripristinare l’energia.

Echinacea (proteggere il sistema immunitario, malattie invernali) è una pianta medicinale importante per aumentare l’immunità e per le persone che hanno infezioni croniche delle vie respiratorie, tosse cronica, dolore toracico o influenza ripetutamente. È la quintessenza delle erbe per immunità e consente di trascorrere inverni tranquilli e rafforzare il corpo (vedi articolo a Echinacea).

Aloe Vera (proteggere la pelle, rafforzare il sistema immunitario): per le persone con problemi di stitichezza, succo di Aloe Vera è il numero 1. Questo rimedio è anche un ottimo modo per rafforzare il sistema immunitario ed esternamente aiuta a combattere tutti i problemi della pelle in modo molto efficace (pelle secca, eczemi…) (vedi articolo a Aloe Vera).

Omega-3 (sistema cardiovascolare, malattie autoimmuni, anti-infiammatori, combattere il colesterolo) le persone con intolleranze alimentari (come ad esempio allergia al glutine), sono molto spesso carenti di acidi grassi essenziali, in particolare il famoso Omega 3. È proprio omega 3 la chiave per un buon controllo della pressione sanguigna, prevenire la formazione di coaguli nei vasi sanguigni, ma anche aiutare a combattere le malattie autoimmuni e prevenire l’infiammazione intestinale: Omega 3 è usato per combattere malattie infiammatorie come il morbo di Crohn e colite ulcerosa ed è anche molto efficace nella lotta contro il colesterolo cattivo (vedi ulteriori informazioni su Omega-3).

Ultimo accorgimento, Mangiare meno: una soluzione complementare per combattere l’intolleranza al glutine è quello di diminuire la quantità di cibo ingerito al giorno (con e senza glutine), al fine di lasciare che l’intestino e altri organi digestivi possano riposare. Il corpo ha bisogno di riposo per la riparazione (la digestione richiede molta energia), il consiglio quindi è quello di mangiare meno e più leggero. Preferire gli alimenti a base di patate, e un sacco di frutta e verdura (soprattutto succhi vegetali) ed evitare tutto ciò che è lento da digerire.

Celiachia cos’è?

Celiachia è un‘intolleranza al glutine di natura autoimmune: il corpo vede il glutine come un elemento estraneo e quindi si difende, il problema è che questo si attacca anche in difesa. La lotta del corpo contro il glutine indebolisce notevolmente l’intestino, creando infiammazione e rendendo le pareti molto più fragili. Questo crea di conseguenza più disagi, come la “sindrome di permeabilità intestinale” (batteri e virus passano quindi più facilmente nel corpo e la barriera intestinale non svolge la propria funzione di protezione) e/o la” sindrome del colon irritabile “(caratterizzata il più delle volte da molta diarrea).

Questo fa sì che anche il malassorbimento del cibo, carenze di vitamine e minerali renda delicato l’intero sistema immunitario (l’intestino è la chiave per una buona immunità). Ecco perché il glutine provoca complicazioni estremamente ampie e variegate, anche se diarrea e dolori addominali sono i sintomi più comuni, perché il corpo rigetta completamente rifiuti e le tossine causate in questa “guerra contro il glutine”. Quando il corpo non può respingere il glutine, questo si diffonde nel sangue e nella linfa (e provoca dolori alle articolazioni, crampi, debolezza muscolare, stanchezza, pelle secca, eczem)i. Inoltre il fegato deve lavorare 10 volte di più per gestire le tossine create, tutto questo mentre si ha la ricezione di un minor numero di vitamine e minerali. Tutto l’organismo è così indebolito.

Nel medio-lungo termine, la celiachia può avere conseguenze molto gravi sulla salute, compreso il cancro del colon, la creazione di linfoma (diversi studi scientifici lo dimostrano) e l’insorgenza di molte malattie croniche come la fibromialgia, tosse cronica, stanchezza cronica e altri problemi articolari e muscolari. Tuttavia, ogni persona reagisce in modo diverso e le conseguenze sono diverse, ma possono essere molto gravi per la salute, che è il motivo per cui dobbiamo riuscire a analizzare correttamente i sintomi legati all’intolleranza al glutine (o altri intolleranze alimentari come l’intolleranza lattosio e altri prodotti caseari, che è molto comune).

Intolleranza glutine cosa mangiare

Controllare sempre i contenitori per alimenti, perché è lì che è indicato se l’alimento è senza glutine: ricorda che è presente in molti cereali (grano, avena, orzo, segale), torte, biscotti, dolci, pane, pizze, frittelle, hamburger, pasta, semola, cereali e cereali, molti alimenti di farina, cracker, ect..
Occhio alle fonti secondarie di glutine: birre, pasta, alcune salse (soia …), salsicce (fare attenzione a controllare le etichette).
Suggerimenti: il pane tostato inibisce (solo parzialmente) l’azione di glutine.

Glutine come comportarsi

La prima cosa da fare per le persone intolleranti al glutine è evitarlo al massimo (dieta priva di glutine). Il problema è che questo non è sempre possibile, inoltre, il corpo e gli organi, in particolare quelli coinvolti nella digestione (come intestino, stomaco e fegato) sono spesso indeboliti e saturi di glutine, quindi diventa molto importante essere in grado di espellerlo. Bisogna pulire organi, articolazioni e corpo da impurità (e allo stesso tempo rafforzare il sistema immunitario che si indebolisce anche a causa di intolleranze alimentari. Come funziona esattamente? Quando siamo vittime di intolleranza al glutine, il nostro corpo lo attaccano considerandolo come un intruso. Ora, quando il nostro corpo si difende crea un sacco di tossine, che non fanno altro che indebolire il sistema immunitario costantemente sollecitato. Dunque le piante medicinali sono molto importanti come aiuto per chi vuole una dieta povera di glutine efficace, pulire a fondo l’organismo e allo stesso tempo, rafforzarlo in modo efficace.

Come diagnosticare la celiachia

Per rilevare le intolleranze alimentari come l’intolleranza al glutine (detta anche malattia celiaca, che alcuni considerano un’allergia al glutine), è sufficiente rimuovere tutti i cibi e le altre forme di glutine per 2 settimane e vivere normalmente. Se dopo 2 settimane i sintomi quali diarrea, dolori addominali, gas, gonfiore, pelle secca, brufoli scompaiono … allora sì, probabilmente si ha un’intolleranza al glutine. Poiché i sintomi di intolleranza al glutine variano individualmente, è interessante prima capire quali sono quelli di cui sei vittima. Molto spesso non è difficile confondere l’intolleranza al glutine con quella ai latticini, ad esempio. Allora come fare? Il consiglio migliore che possiamo dare è quello di rivolegersi a un medico e spiegare nel dettaglio i sintomi.

Se si vuole fare da soli, e si è incerti tra intolleranza al glutine e intolleranza al lattosio, possiamo fare questo test: una settimana per la rimozione dei prodotti lattiero-caseari, osservare i sintomi. La settimana successiva eleiminare i prodotti con glutine. Ossrvare i sintomi. La settimana successiva eliminarli tutti e due. È un po’ lunga, ma efficace.

Glutinee allergie incrociate

Attenzione alle allergie incrociate: l’intolleranza al lattosio può causare intolleranza al glutine e viceversa (questo è molto comune perché l’intestino è indebolito). I sintomi di intolleranza al lattosio sono simili a quelli del glutine. Il modo per porre rimedio a questo è lo stesso: ​​rimuovere tutti i prodotti lattiero-caseari, e prodotti contenenti glutine e rafforzare il corpo con le piante medicinali di cui sopra. Il vero problema è che l’intestino è indebolito e non può più svolgere il suo ruolo di assimilazione. Le altre allergie alimentari più comuni sono alle uova (allergia molto comune) e alle arachidi.

Glutine: Informazioni aggiuntive

C’è anche un ruolo genetico nelle intolleranze alimentari. Per esempio, in Europa, dove la gente mangia un sacco di prodotti lattiero-caseari e prodotti a base di grano, la tolleranza a questi alimenti è più forte, mentre in Africa, la tolleranza è quasi zero. Ma anche per persone che non sono intolleranti al glutine o lattosio, si raccomanda di evitare di consumarne tanto perché ha un impatto sul corpo e la salute in generale. In fondo siamo cacciatori-raccoglitori, vale a dire che per migliaia di anni i nostri antenati mangiavano solo carne, pesce, piante, frutta e verdura. Solo negli ultimi 50 anni, con l’avvento dell’agricoltura intensiva sono comparsi molti alimenti a base di grano, latticini, con tutti i problemi che oggi conosciamo.

Inserisci un commento